Burnout sindrome: è con questo termine anglosassone che si usa indicare la “sindrome da esaurimento professionale”, cioè una particolare situazione di stress originata da condizioni di lavoro molto pesanti.

Sebbene ancora non sia classificabile come una malattia, perfino l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) riconosce che si tratta di un fenomeno che influenza negativamente lo stato di salute.

E allora… Burnout come uscirne? Ecco alcuni buoni consigli e gli integratori che possono essere utili.

Burnout sindrome significato

Burnout: in inglese, letteralmente “esaurimento, crollo”. L’OMS definisce il burnout “una sindrome concettualizzata come conseguenza di stress cronico sul posto di lavoro non gestito con successo”.

La mancanza di gratificazione, un carico di impegni eccessivo, eventuali ingiustizie sul lavoro o anche lo scarso riconoscimento economico possono essere i fattori scatenanti di questo disagio.

Inoltre, la tecnologia non aiuta perchè essere sempre connessi spesso vuol dire “non staccare mai”.

burnout sindrome

Burnout sindrome sintomi

I principali sintomi con il quale il burnout si manifesta sono:

  1. senso di esaurimento o debolezza;
  2. aumento del senso di distacco (o alienazione) dal proprio lavoro, accompagnato da sentimenti negativi o da cinismo;
  3. ridotta efficienza professionale.

Come nel caso della della sindrome da jetlag, anche il bournout è una delle sindrome più diffuse e riconducibili ad un eccesso di ansia e stress.

Infatti, sta interessando un numero sempre maggiore di persone, al punto che, non solo negli studi degli psicologi, ma anche online si sono diffusi dei “sindrome di burnout test”, che permettono di scoprire, attraverso una serie di domande, se si è a rischio burnout.

Burnout sindrome cura?

Ecco i consigli degli esperti per affrontare o prevenire la sindrome da burnout:

  1. Ascoltatevi: cercate di non sacrificare troppo i vostri spazi. Il tempo dedicato al lavoro e il tempo libero devono essere nel giusto equilibrio per preservare il benessere psicofisico.
  2. Riposate: dormire bene e mantenere i giusti ritmi sonno veglia è indispensabile per non incorrere in situazioni di malessere e di ansia.
  3. Emozionatevi: le emozioni e le relazioni affettive che viviamo nella vita reale (piuttosto che nella realtà virtuale della rete e dei social) sono l’unico vero antidoto al senso di distacco e all’insoddisfazione.

Per uscire dal burnout possono essere utili anche integratori a base di estratti vegetali, come Ansioten.

Ansioten, a base di teanina, melatonina e valeriana, è un integratore alimentare molto utile a favorire il rilassamento e il sonno in caso di stress.

Senza glutine, zucchero e lattosio Ansioten è perfetto anche da portare fuori casa e in viaggio, è disponibile in gocce e in compresse orosolubili.

Se volete saperne di più leggete qui!

Ansioten