Per ottenere un buon rendimento scolastico è necessario migliorare la memoria soprattutto se ci si appresta ad affrontare un periodo stressante. Se ci si deve preparare a superare esami, interrogazioni, periodi di studio molto impegnativo meglio prepararsi per tempo allenando la memoria nel modo più corretto.

Avere un buon metodo di studio è sicuramente un aiuto ma non sempre è sufficiente per ottenere risultati a lungo termine. Essere in grado di memorizzare i concetti, le formule o anche solo date e nomi è fondamentale se si sta affrontando un corso di studi all’Università.

Nel momento in cui si studia è fondamentale che vi sia prima di tutto la comprensione dei testi e delle nozioni in essi contenute. La memorizzazione in questo caso ha un ruolo secondario ma non meno importante. Riuscire a migliorarne l’efficienza può risultare utile durante la scuola. A questo scopo vi sono tecniche appositamente studiate per raggiungere una capacità di memorizzazione tale da facilitare lo studio e il rendimento scolastico.

Come riuscire a migliorare la memoria

Esistono molti metodi per migliorare la memoria. Se si desidera ottenere buoni risultati senza faticare ma riuscendo a memorizzare più nozioni e informazioni possibili, si può utilizzare un metodo infallibile. Questo sistema si basa sulle associazioni di pensiero, associare un concetto a un esempio reale, immagini, colori, ricordi o conoscenti in modo da fissarlo nella mente.

Per facilitare il processo di memorizzazione è bene, prima di tutto selezionare i contenuti effettuando una cernita dei concetti fondamentali in modo da diminuire il testo da ricordare. Una volta estrapolato in nucleo si partirà da quello per la ricostruzione dell’intero discorso.

Tra i consigli pratici per da seguire per migliorare la memoria vi è la ripetizione a voce alta delle nozioni da memorizzare, in quanto ascoltarsi facilita la memorizzazione. L’obiettivo sarà raggiunto più in fretta se si fisseranno alcune parole chiave intorno alle quali si sviluppa la nozione da ricordare.

Per ottenere un miglioramento della memoria a breve termine si può prendere l’abitudine di tenere un diario da aggiornare ogni giorno, in questo modo si otterrà una migliore risposta alle necessità di recuperare informazioni in modo rapido. La scrittura inoltre, migliora la gestione delle problematica e ne facilita la risoluzione.

Una passeggiata immersi nella natura può sembrare un suggerimento inutile e dispersivo, in realtà i momenti di relax nel verde di un parco o in campagna ha notevoli benefici sulla memoria che migliora del 20%

Un altro modo, semplice ma spesso sottovalutato, per aumentare la capacità mnemonica è quello di riposare in modo adeguato e sufficiente. Da una mente stanca non si può pretendere niente.

Bisogna prendersi cura della memoria

In conclusione si può ben comprendere come la memoria deve essere coltivata e allenata per poter avere dei risultati soddisfacenti. Ripetere più volte un concetto importante aiuta a fissarlo ma esagerare lo fa registrare come una nozione legata alla noia ed emozioni negative e la mente tenderà a cancellarlo per protezione. Cercare invece di spiegare a sé stessi le nozioni in modo positivo anche divertente, aiuta a memorizzarle più facilmente.

Le prime ore del mattino sono le più adatte a studiare le lezioni in quanto la mente è fresca e riposata, mentre la sera dopo una giornata pesante non si è più ricettivi. Cercare quindi di programmare lo studio nei momenti in cui si è più rilassati e riposati, pronti ad accogliere nuove informazioni giocando con le parole e i numeri per renderli più piacevoli da ricordare. La concentrazione e la curiosità, infine, sono le parole chiave per aprire la mente alle nozioni che si avrà la volontà diretta di memorizzare senza sentirsi obbligati a farlo.

Se cerchi un aiuto per la tua memoria, ti consigliamo di provare AKUTEN.