L’ipermenorrea è un disturbo caratterizzato da un’alterazione del ciclo mestruale. Le donne che ne soffrono sperimentano un aumento del sanguinamento, accompagnato a irregolarità e, spesso, dolori più intensi. Le cause possono essere molteplici, prima tra tutti gli squilibri ormonali causati da una diversa attività del sistema riproduttivo femminile soprattutto i periodi caldi: in estate questo bioritmo può subire modificazioni, aggravato anche da ciò che viene assunto giornalmente con l’alimentazione.

Se soffri anche tu di ipermenorrea d’estate scopri qualche consiglio per alleviarne gli effetti. Continua a leggere l’articolo!

Ipermenorrea cause: da cosa si origina il flusso abbondante?

Quando il ciclo mestruale è particolarmente abbondante o irregolare potrebbe trattarsi di ipermenorrea. Si tratta di una patologia che colpisce moltissime donne in periodo fertile e che può rivelarsi invalidante in molte situazioni. Tra le cause più comuni dell’ipermenorrea troviamo:

  • Squilibri ormonali, che stimolano uno sviluppo eccessivo dell’endometrio (la mucosa che riveste l’utero) che, una volta distaccato, causa sanguinamento intenso;
  • Sindrome dell’ovaio policistico, una delle ragioni principali degli squilibri ormonali;
  • Polipi, piccoli tumori benigni che causano un flusso più abbondante o prolungato;
  • alcune patologie del sangue  come i disturbi emorragici o della coagulazione;
  • l’assunzione di alcuni farmaci, come i fluidificanti del sangue.

Ipermenorrea-perche-il-ciclo-e-piu-abbondante-durante-lestate.jpg

Ipermenorrea d’estate: quando il caldo è una delle cause

Durante l’estate i nostri bioritmi dell’organismo sono potenziati: le ovaie aumentano la produzione di ormoni e questo può generare anche diversi fastidi come dolori, tensione, gonfiori prima del flusso mestruale, spasmi e flussi mestruali più abbondanti. Il ciclo può infatti diventare più abbondante a causa delle temperature elevate che favoriscono la dilatazione dei vasi sanguigni. Una forte perdita di sangue equivale ad una forte perdita di ferro quindi si traduce in anemia, debolezza, spossatezza.

L’innalzamento delle temperature può anche rendere il ciclo più irregolare o, in alcuni casi, più doloroso. Si verificano cali repentini di serotonina, melatonina, endorfina e dopamina che ci rendono più suscettibili, irritabili, ansiose e nervose, così come gli sbalzi di testosterone e prolattina che possono compromettere la regolarità e percezione del dolore.

Anche sul lato psicologico gli effetti dei mesi caldi si fanno sentir: nella fase che precede il ciclo mestruale, si assiste ad una maggiore irritabilità, a sbalzi d’umore, a fastidiosi ed invalidanti mal di testa, a gonfiori e tensioni mammarie.

Ciclo in estate: parti dall’ alimentazione

Nella nostra alimentazione, senza saperlo, assumiamo spesso sostanze che provocano mestruazioni abbondanti. I salicilati naturali contenuti in molti tipi di frutta e verdura, ad esempio, sono sostanze simili all’acido acetilsalicilico, principio attivo contenuto in alcuni farmaci per fluidificare il sangue. Quindi, durante il ciclo mestruale è meglio evitare di assumere alimenti che contengono i salicilati, ma solo se il flusso è abbondante.

Queste sostanze sono presenti in abbondanza in alcuni frutti come ribeslamponeuva passamandorlaalbicoccaaranciaananas, e nelle verdure come indiviaradicchioravanelli e zucchine. Anche il  e il miele contengono queste sostanze.

Ortaggi e frutta che non contengono salicilati sono: carciofi, sedano, lattuga, finocchi, piselli, cavolo verde, fagioli, germogli di soia, funghi porcini, pere, mirtilli, mora, amarene, uva spina, noce di cocco, castagne.

L’alimentazione può aiutare anche la quantità di di ferro persa a causa dell’aumento del flusso mestruale, e prevenire i sintomi come anemia e stanchezza, ma quando non basta puoi affidarti ad integratori specifici come Ferrolat Plus. È un prodotto nutraceutico naturale a base di Ferro, che aiuta le donne a reintegrarne i livelli nell’organismo quando il loro fabbisogno lo richiede, come nei casi di anemia indotta da gravidanza o ipermenorrea. Il ferro riduce di stanchezza e affaticamento, trasporta ossigeno ai tessuti, incoraggia la normale  funzione immunitaria e la formazione di emoglobina nel sangue, oltre alla vitamina B6. e C Ferrolat plus è arricchito di Lattoferrina, glicoproteina che attira le molecole del ferro e svolge attività antimicrobiche, antiossidanti, immunomodulatrici e antiinfettive.

Clicca qui per scoprire i benefici di Ferrolat Plus d’estate!