Il cambio di stagione è sempre un momento molto delicato, gli sbalzi di temperatura e le giornate che si accorciano con l’arrivo dell’inverno possono portare malesseri fisici e in molti casi anche insonnia, ansia e irritabilità. Affrontare il cambio di stagione è comunque possibile, ecco 3 consigli utili.

Curare l’alimentazione

La prima cosa da tenere sotto controllo è l’alimentazione. Per avere la giusta energia utile ad affrontare i primi freddi (e il possibile raffreddore) è necessario un buon carico di vitamine e di sali minerali. Questi nutrienti sono abbondanti in frutta e verdura, ecco perché al supermercato è possibile iniziare a comprare gli agrumi, ad esempio mandarini, limoni e le prime arance. Per un buon apporto vitaminico è importante anche il kiwi. In questo modo è possibile fare scorta anche di vitamina C utile a rinforzare il sistema immunitario. Per avere una scorta di potassio meglio non trascurare il consumo di banane. Per quanto riguarda le verdure c’è da tenere in considerazione la lattuga ricca di ferro, gli spinaci. Curare l’alimentazione vuol dire anche diminuire l’apporto di grassi di origine animale più difficili da digerire. Se viene voglia di dolce meglio assecondarla ad esempio con un pezzetto di cioccolato, preferibilmente fondente, anche l’umore migliorerà. Piccoli piaceri possono arrivare anche dal consumo di frutta secca che dona energia ed è ricca di sali minerali.

Fare sport, preferibilmente all’aria aperta

Il secondo consiglio è fare sport, soprattutto all’aria aperta. In questo periodo si può avere il piacere di temperature gradevoli che consentono di camminare all’aria aperta, magari nel parco, e fare una scorta di ossigeno. Respirare a pieni polmoni vuol dire avere una vera e propria scorta di energia. Durante l’attività fisica diminuisce il livello del cortisolo un ormone che provoca stress, proprio per questo fare sport migliora l’umore anche al cambio di stagione. Camminare all’aria aperta soprattutto nelle miti giornate ricche di sole, aiuta anche a fare una scorta di vitamina D sintetizzata proprio grazie alla luce del sole. Questa è importante non solo perché contribuisce a fissare il calcio ale ossa, ma anche perché stimola a sua volta la produzione degli ormoni del benessere, ovvero le endorfine, la serotonina e la dopamina. Sintetizzando camminare all’aria aperta contribuisce a diminuire ansia e irritabilità legate al cambio di stagione. Per evitare i disturbi connessi al cambio di stagione è bene anche depurare l’organismo e in questo è fondamentale bere molto, l’acqua oltre a contenere importanti sali minerali depura fegato e reni.

Avere attenzione al ritmo sonno-veglia

Al fine di migliorare umore e forma fisica, nel cambio di stagione è importante anche cercare di avere comportamenti regolari e quindi non andare a letto troppo tardi la sera, soprattutto nel caso in cui la mattina sia necessario svegliarsi presto per andare a lavoro, preparare i bambini per la scuola e comunque nel caso in cui ci sia bisogno di svegliarsi con un bel carico di energia per affrontare la giornata. Andare a letto ad orari regolari, quindi senza sballare troppo tra una serata e l’altra contribuisce ad avere un sonno regolare e ad evitare l’insonnia che porta a svegliarsi già stanchi.

Con questi 3 consigli utili ad affrontare il cambio di stagione è possibile avere un carico di energia anche quando il fisico è messo a dura prova.

Ansioten