Cambio stagione e Ansia: come affrontare le variazioni stagionali preservando il benessere mentale?

Quando l’inverno cede il passo alla primavera, il tempo di luce diurna aumenta assieme alle temperature: la variazione ambientale può creare uno squilibrio ormonale e provocare stati di stanchezza e ansia. Sono alcuni dei sintomi del “Mal di Primavera”, un fastidio stagionale che agisce su umore e organismo e ne peggiora i malesseri.

Il Mal di Primavera è un fenomeno diffuso, che colpisce maggiormente alcuni gruppi di persone, anche se alcune categorie ne risultano maggiormente sensibili.

Continua a leggere l’articolo per sapere perché la primavera scatena questi disturbi e come eliminare stress e ansia con uno stile di vita sano.

Mal di Primavera: cos’è e da cosa è provocato?

L’avvicendarsi di una stagione spesso porta le persone a compiere un bilancio individuale sulla propria vita, in previsione del nuovo periodo che sta per giungere. In particolare, in primavera sembrano aumentare i sintomi di irritabilità e aggressività in generale e un senso di stanchezza che frenerebbe nelle quotidiane attività che diventano così molto più faticose del solito.

Ma non solo. In primavera, luce e temperatura portano ad una maggiore produzione di cortisolo, detto anche ormone dello stress, che l’organismo fornisce per soddisfare l’aumentato bisogno di energia in seguito alla fine dell’inverno. Oltre al cortisolo, l’organismo produce anche melatonina e serotonina, determinando brusche variazioni biochimiche che influenzano lo stato psicologico.

Chi è maggiormente colpito dal “mal di primavera”?

Le persone particolarmente sensibili ai cambiamenti stagionali subiscono un complessivo aumento dei sintomi ansiosi quali: aumento del battito cardiaco, sudorazione, pressione arteriosa alta e sensazioni di paura. Ciò che incide è il modo con cui si fa esperienza dei cambiamenti fisiologici e degli effetti che questi hanno direttamente sul corpo: l’aumento dell’attivazione fisiologica (esempio: variazioni di temperatura, spossatezza, nervosismo), causata dalla maggiore produzione di cortisolo, serotonina e melatonina, può essere vissuto come una condizione angosciosa e infatti le persone che soffrono d’ansia reagiscono molto intensamente ai cambiamenti stagionali.

Spesso si rinchiudono in casa, evitano i posti affollati, controllano in continuazione le previsioni metereologiche e si concentrano ossessivamente su qualsiasi variazione che subisce il loro corpo, innescando un complessivo aumento dei sintomi ansiosi.

cambio di stagione e ansia

Ansia e cambio di stagione rimedi naturali 

In questo periodo diventa importante sostenere l’umore e allentare la pressione dell’ansia con semplici accorgimenti: è molto utile assumere più liquidi, adottare un’alimentazione varia e corretta, tante passeggiate all’aria aperta, fare tanta attività fisica e tenersi il più possibile lontani da apparecchi elettronici.

Meditazione, yoga, tecniche di rilassamento e respirazione
sono altri metodi utili per allontanare i pensieri negativi e distendere sia il corpo sia la mente, così da avere un supporto nell’affrontare l’ansia della vita di tutti i giorni.

Come puoi affrontare questo Mal di primavera senza ricorrere a farmaci ansiolitici?

Nei casi di ansia lieve è possibile supportare il benessere mentale con prodotti come Ansioten, a base di estratti vegetali e melatonina utili per il benessere mentale. Arricchito con Teanina, Melatonina e a base di Valeriana che favorisce il rilassamento e aiuta a godere di un buon sonno ristoratore, Ansioten è utile per avere un supporto nell’affrontare periodi passeggeri di stress.

Vuoi ritrovare il tuo benessere mentale? Clicca qui per scoprire di più su Ansioten!

Ansioten Orosolubile