L’ansia infantile è un problema piuttosto comune, poiché sono tantissimi i bambini che ne soffrono: si tratta infatti di alcuni disturbi specifici come attacchi di panico, fobie, stati di tensione e disturbi del comportamento.

I bambini sono un mondo tutto da scoprire poiché ogni giorno posso raggiungere nuovi progressi grazie alle loro spiccate abilità, talvolta riuscendo ad impressionare gli adulti stessi. Alcuni bambini sono più problematici e difficili da gestire e possono manifestare il tipico disturbo dell’ansia infantile.

Per capire di cosa si tratta esattamente e quali sono le cause che possono portare a questa condizione è bene stabilire alcuni fattori specifici tra cui la crescita del bambino a partire dalla comunicazione, le alterazioni comportamentali come le bugie, il furto, le paure, le ansie e i problemi a livello compulsivo.

Cos’è l’ansia infantile e perché si manifesta?

L’ansia infantile può manifestarsi sotto forma di vari disturbi comportamentali che molto spesso sono simili a quelli degli adulti. Può quindi presentarsi come un disturbo compulsivo o in condizioni d’ansia generali, in altri casi può anche sfociare in attacchi di panico e fobie che possono tramutarsi in fobia sociale.

Il disturbo d’ansia più determinante dell’infanzia è noto come ansia da separazione. Tale condizione si manifesta maggiormente nei bambini più piccoli mentre gli stati d’ansia generali possono colpire i bambini più grandi e gli attacchi di panico o fobie tendono ad insorgere nella fase preadolescenziale.

L’ansia infantile inoltre tende a presentarsi più nei maschietti durante l’infanzia mentre nelle bambine si manifesta maggiormente durante l’adolescenza.

Quali sono i sintomi del disturbo d’ansia infantile?

L’ansia infantile solitamente si manifesta sotto forma di stati di angoscia e preoccupazione inerenti a determinati eventi o situazioni. Queste circostanze possono portare i bambini a somatizzare l’ansia fino a sviluppare un vero e proprio senso di sofferenza ed oppressione.

In questi casi possono anche presentarsi stati depressivi e di inquietudine dovuti sia ad eventi attuali che ad eventi passati. Di conseguenza il piccolo necessita di essere rassicurato costantemente e ha bisogno di sentire qualcuno vicino per non sentirsi spaesato. Altri bambini invece possono somatizzare l’ansia infantile manifestando cambiamenti di umore eccessivi, nervosismo, disagio e lamentele.

Tuttavia nella maggior parte di casi, l’ansia infantile giunge inaspettatamente in circostanze di difficoltà, quando si affrontano delle vere e proprie separazioni oppure in situazioni specifiche come in viaggio, in vacanza o durante l’inserimento scolastico, ossia quando il bambino si trova a dover ambientarsi in posti nuovi. Nei casi più gravi invece possono presentarsi delle forti crisi di agitazione con conseguenti attacchi di panico.

Rimedi naturali ansia infantile

Aiutare un bambino ansioso è indispensabile per far sì che affronti questo percorso nel modo giusto e riesca ad affrontare le difficoltà con totale serenità. Il primo aiuto naturalmente devono darlo i genitori, rassicurando il piccolo e spronandolo, senza incutergli paure e timori.

Esistono anche alcuni rimedi naturali efficaci per alleviare l’ansia dei bambini tra cui un maggiore apporto di magnesio da introdurre nella sua dieta attraverso alimenti come il riso, l’avena, semi di lino e il frumento. Anche le vitamine del gruppo B sono essenziali, pertanto è bene inserire nell’alimentazione del bambino più legumi, cereali integrali, verdure, uova, carni magre e banane. Infine, la camomilla e la lavanda possono rivelarsi delle valide alleate grazie alle proprietà calmanti in grado di alleviare gli stati d’ansia leggeri.

Ansioten